manifesto_novelloUno dei protagonisti di spicco delle lotte contadine fu il bracciante Giuseppe  Novello, morto per alcuni colpi di mitra sparati da un poliziotto. La morte di quest’ultimo non ferma il movimento che si inasprisce ancora di più, infatti i contadini strappano agli agrari 4500 ettari di terre. Un racconto più dettagliato di tutto ciò ci viene fornito dalla testimonianza della moglie Vincenza Castria che ricostruisce i fatti con una lucidità incredibile. Quella notte del 14 dicembre lei e il marito furono svegliati da alcune persone che bussarono alla porta di casa intorno alle due. Queste persone dissero che in piazza stava succedendo il finimondo, per questo ritenevano indispensabile la loro presenza. Mio marito voleva andare da solo ma io non volli….andai anch’io…avevo paura per la sua vita. A un tratto Giuseppe si trova nel mezzo di un turbine di disordini e in pochi istanti viene colpito da una raffica di mitra, soccorso dai suoi famigliari, dai compagni di lavoro e dagli amici viene trasportato all’ospedale di Matera dove morirà alcuni giorni dopo.”

Unit___18_dic_49

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: